Author Topic: sospendita su pogo1  (Read 1371 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline feder568

  • Newbie
  • *
  • Posts: 36
sospendita su pogo1
« on: August 10, 2009, 13:56:44 PM »
Ciao a tutti, Vi chiedo ancora una volta qualche consiglio tecnico.
Mi trovo costretto a costruire un sistema di sospendita per alare il pogo1 (tipo quella dei j24 o platu'25), infatti la gru del mio circolo non e' alta a sufficienza per usare le fasce.
Vorrei sapere se qualcuno ha gia' adottato questo sistema sul proprio mini e il metodo usato, Pro e Contro.
A parte il fatto che mi  "brucia" dover fare un buco in coperta per fare passare la sospendita, il problema  che si pone e' su come calcolare il baricentro della barca per poi fissare in quel punto l'attacco, che dovrebbe essere una piastra d'acciaio sotto i dadi dei perni del bulbo.

Qualunque consiglio/aiuto e' il benvenuto.
ps: vorrei scrivere le stesse righe sul forum Francese , qualcuno sa come si puo' tradurre in termini nautici questo sistema di sospendita etc...)

Grazie
Federico

Offline PaoloG

  • Full Member
  • ***
  • Posts: 160
      • Ricerca sponsor per regate d'altura in solitario
Re: sospendita su pogo1
« Reply #1 on: August 11, 2009, 16:56:01 PM »
ciao

ho avuto per svariati annetti un Este 24 che pesa circa 900/1000 kg.
veniva trasportato senza problemi e con baricentro basso in quanto è largo mt. 2,50 e con bulbo sollevabile.

Per i movimenti di gru la barca aveva quattro punti di fissaggio: due appena a prua dell'albero e due a poppa. erano montati i classici golfari wichard. quindi ero fornito di mia sospendita con grande anellaccio zincato per il gancio delle varie gru e ganci che entravano nei wichard e cavo di acciaio impiombato a misura, bello spesso.

funzionava benissimo: la barca veniva spostata con la deriva sollevata: solo un semplice segno sull'appoggio del bulbo sul carrello per la posizione sull'invaso e il gioco era fatto. oppure si varava e abbassava la pinna in acqua con un cricco smontabile.

i golfari erano imbullonati vicino al bordo scafo in modo da prendere dentro sia la coperta che il risvolto dello scafo: nel tuo pogo si tratterebbe di trovare le posizioni dei golfari (sentendo magari il cantiere)e prima di farsi fare i cavi impiombati, fare qualche prova con del tessile, sollevando pochi cm con la gru, in modo che la barca si sollevi diritta.
i cavi di prua sollevano più peso quindi vanno diversamente dimensionati.

Tutto qua..... se hai bisogno di delucidazioni io ci sono!!!!

ciao Paolo

Offline feder568

  • Newbie
  • *
  • Posts: 36
Re: sospendita su pogo1
« Reply #2 on: August 11, 2009, 22:47:14 PM »
Grazie Paolo, ci pensero' al tuo sistema, in effetti pero' non so se questi golfari in coperta possono garantire la giusta tenuta, io pensavo piuttosto a creare un punto d'attacco usando i bulloni del bulbo in sentina con un'unica sospendita che passa per un foro sulla tuga da attaccarsi direttamente al gancio della gru.
Dopo aver sentito il cantiere provero' a prendere una decisione.

Grazie dell'aiuto.
Federico

Offline PaoloG

  • Full Member
  • ***
  • Posts: 160
      • Ricerca sponsor per regate d'altura in solitario
Re: sospendita su pogo1
« Reply #3 on: August 13, 2009, 09:53:03 AM »
ciao,

sulla tenuta via a vedere questo link a pag. 8: è il catalogo wichard inox
http://www.wichard.com/documents/inox.pdf
il più piccolo tiene 1400 kg il piu grosso 4000 e rotti. ne devi usare 4, quindi il peso è suddiviso e se usi degli stroppi corti abbassi il punto di attacco al gancio gru e niente voragini in coperta!

ciao Paolo

Offline feder568

  • Newbie
  • *
  • Posts: 36
Re: sospendita su pogo1
« Reply #4 on: August 13, 2009, 14:36:21 PM »
Ciao Paolo, grazie delle info, secondo te quale potrebbe essere il miglior punto d'attacco in coperta per questi 4 golfari? di sicuro la coperta non potrebbe reggere da sola uno sforzo simile, forse la falchetta? , ho visto infatti nel catalogo da te inviatomi che ci sono alcuni tipi di golfari che si applicano proprio alla falchetta stessa.

Girando su blog francesi, ho notato che alcuni hanno usato come punti d'attacco le lande delle sartie e quelle del paterazzo, non si riusciva pero' a capire in che modo visto che le lande non offrono buchi altro genere di punti d'attacco nemmeno per fissare un grillo.

Grazie ancora per l'aiuto.
Federico

Offline PaoloG

  • Full Member
  • ***
  • Posts: 160
      • Ricerca sponsor per regate d'altura in solitario
Re: sospendita su pogo1
« Reply #5 on: August 13, 2009, 16:30:32 PM »
non so come sia incollata/resinata la giunta scafo/coperta sul pogo.

sull'este la coperta era incollata con sikaflex sul risvolto dello scafo per almeno una quindicina di centimetri di sovrapposizione e il tutto era poi resinato dall'interno. quindi si forava per i pulpiti, candelieri ecc.: ti assicuro che non si muoveva nulla!

senti il cantiere quali possano essere i migliori punti sul pogo1, cmq chiedi la loro idea in proposito. I punti di prua, sopratutto; quelli di poppa servono solo x sollevare e tenere nell'assetto prescelto lo scafo.
Paolo