Author Topic: Stregato dal mondo Minitransat  (Read 1303 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Maurizio Carlo

  • Newbie
  • *
  • Posts: 4
Stregato dal mondo Minitransat
« on: September 01, 2011, 22:18:56 PM »
Invece di pensare a un comodo 37/40 piedi, sto pensando di riprendere con un Minitransat. Vivo in Sardegna, 58 anni,1,68, non più atleticamente preparato. Cosa voglio fare: veleggiareeeeeeee!!!!!!! estate e inverno con 10 0 30 nodi . Amo le uscite in solitario anche perchè sembra strano ma trovare compagni d'uscita o equipaggio per regate è stranamente diventato quasi impossibile. Vorrei sapere se un mini è addatto per quelle che sono le mie esigenze o possa essere troppo impegnativo. Si possono trovare usati che non siano relitti o barche da museo? Faccio presente che non ho intenzione di regatare in altura perchè non ne avrei le capacità, il coraggio e sopratutto il tempo. Attendo co ansia i vostri preziosi consigli. Ciao a Tutti e Grazie.

Offline daba

  • Jr. Member
  • **
  • Posts: 51
Re: Stregato dal mondo Minitransat
« Reply #1 on: September 02, 2011, 00:00:56 AM »
Ciao Maurizio, non è mai troppo tardi per iniziare. Diversi armatori illustri hanno preso il loro primo mini dopo i 60 e affrontato regate dure e impegnative facendosi onore e avendo ottimi risultati. Una certa forma fisica è sicuramente importante, bisogna essere in grado di affrontare una fatica o uno sforzo, agili abbastanza da muoversi negli spazi ristretti, e capaci a vivere semplicemente e allo scomodo, ma non bisogna essere superman.
La maggior parte delle barche è in ottima forma, le barche di serie sono particolarmente robuste e difficilmente se ne vedono di macinate anche dopo tanti anni pertanto un po di coraggio e buon vento!
Davide ITA 600

Offline bigwave

  • Full Member
  • ***
  • Posts: 161
  • talk less, sail more
Re: Stregato dal mondo Minitransat
« Reply #2 on: September 02, 2011, 00:10:18 AM »
Ciao Maurizio, non avere timore: i mini sono impegnativi in solitario se vuoi spingere la barca al limite, altrimenti tutte le barche sono equipaggiate per ridurre la velatura quando vuoi e in modo consistente. Il pilota ti aiuterà nelle manovre e nella conduzione della barca. Se hai la scimmia sulla spalla ..... buttati e non te ne pentirai!
Ciao BV
Marco

Offline Maurizio Carlo

  • Newbie
  • *
  • Posts: 4
Re: Stregato dal mondo Minitransat
« Reply #3 on: September 03, 2011, 23:10:10 PM »
Grazie per l'incoraggiamento. Per quanto riguarda la barca, ho già visto su quali prezzi si ci muove, tuttavia ho molta confusione sulle varie proposte dei cantieri, quali sono le migliori scelte? Pogo 2, Zero, tip top ecc. Inoltre come si può portare una barca in Sardegna per via terra?

Offline daba

  • Jr. Member
  • **
  • Posts: 51
Re: Stregato dal mondo Minitransat
« Reply #4 on: September 04, 2011, 00:24:28 AM »
Non c'è un meglio e un peggio assoluto tra le barche dipende sempre da cosa ci devi fare. Se devi correre per vincere, le classifiche parlano chiaro: Pogo 2 e Nacira mediamente su una regata da 500 miglia con vento prevalentmente forte e alle portanti arrivano 1-2 ore prima degli altri. Allo stesso modo sono meno comode e abitabili rispetto ad altre barche come ad esempio lo Zero o il D2.
Il trasporto se non hai un carrello e un mezzo per trainare si limita alla sola tratta atlantico mediterraneo su suolo francese (es. Grande Motte La Rochelle) poi si naviga sono barche e servono a quello.
Davide  ITA 600

Offline Maurizio Carlo

  • Newbie
  • *
  • Posts: 4
Re: Stregato dal mondo Minitransat
« Reply #5 on: September 04, 2011, 10:51:09 AM »
Grazie Davide, ti rispondo dicendoti che non ho assolutamente intenzione di regatare perchè non avrei il tempo e le capacità per farlo. Mi piacerebbe comunque una barca performante e magari con un minimo confort.
Ciao Maurizio.